Interni STAMPA

Weber: «Daremo comunque le informazioni o restituiremo i soldi»

Dopo la bocciatura di PoliticApp, il presidente di Swg contattato da Europa reagisce: «Noi rispettiamo la legge, ci penseranno i nostri avvocati»
«Chi ha scaricato la nostra PoliticApp non si preoccupi: ci mandi un’email e noi provvederemo a dare comunque tutte le informazioni che abbiamo promesso. Se non potremo, restituiremo i soldi». La voce del presidente di Swg Roberto Weber al telefono è molto nervosa. La decisione dell’AgCom di fermare la diffusione dei sondaggi sugli smartphone dopo il 9 febbraio proprio non lo convince: «Io sono di Trieste, sono un austro-ungarico: noi la legge la rispettiamo. Di questo si occuperà il nostro avvocato».
Contattato da Europa, Weber parla di «un ritardo culturale» nel non considerare smartphone e tablet come strumenti di comunicazione di massa, ma «se hanno risposto che potevamo pubblicare l’app» ora proprio non accetta il dietro front: «Su questo progetto abbiamo investito denaro, ma soprattutto la nostra immagine. La nostra è una società modestissima, che esiste da 30 anni e che ha sempre cercato di dimostrare la propria terzietà rispetto ai partiti. Volevamo che ci fosse un mercato che riconoscesse questo». Oggi, però, il mercato non c’è più, anche se è evidente che il caso, per Swg, è tutt’altro che chiuso.

@rudyfc

TAG: