Interni STAMPA

Assemblea nazionale del Pd, il liveblogging

La riunione del parlamentino dem per decidere sulle regole del Congresso
Assemblea nazionale del Pd, il liveblogging

19.16. Si ragiona su congressi provinciali entro il 5 novembre. La chiusura del tesseramento a metà ottobre.

19.06. L’assemblea è finita e si dà appuntamento a domani alle 9.30: la commissione regole per il congresso sta ancora discutendo e non è chiuso l’accordo definitivo.

19.04. == Trapela l’insoddisfazione dei renziani.

18.59. Molte facce scure dopo la relazione di Epifani, Bersani discute animatamente con i suoi.

18.58. Il delegato Paolo Cossedu ha chiesto di intervenire: «Mi sembra di assistere a una puntata di “ai confini della realtà”.  Sono venuto qui un giorno in anticipo per sentirmi dire che la commissione congresso sta ancora lavorando?».

18.55. Domani l’assemblea si inizia alle 9.30 con la comunicazione di Gualtieri sulle regole che può comportare una votazione sulle regole dello statuto.

18.53.

 

18.52. Finisce l’intervento di Epifani.

18.51. Epifani propone la data delle primarie, nella platea ci sono dei malumori.

18.50. Epifani: «Propongo di fissare la data dello svolgimento finale del congresso per l’8 dicembre».

18.49. Epifani: «Noi dobbiamo uscire da questa assemblea con qualche chiarezza».

18.47. Epifani: «Svolgere il congresso entro la fine dell’anno, stiamo lavorando alla data».

18.46. Epifani: «Possiamo trovare formule che tolgano l’automatismo tra segretario e candidato a presidente del consiglio».

18.45. Epifani: «La discussione regole faticosa»

18.44. Epifani: «Ridurre il ruolo autoreferenziale delle correnti e rafforzare invece un vero pluralismo».

18.43. Epifani: «Rinnoviamo il partito, ma radichiamolo, sia presente».

18.42 Epifani: «Il congresso parli al paese non al nostro interno».

18.42. Epifani: «Serve un progetto per il paese al congresso».

18.41. Epifani: «Commissione sta ancora lavorando sul congresso».

18.40. Epifani: «Non temiamo il compromesso, ma dobbiamo tenere fermo lo sguardo alle nostre battaglie».

18.39. Epifani: «Siamo per il riconoscimento del diritto allo ius soli»

18.38. Epifani: «Non vogliamo votare con quesat legge elettorale».

18.37. Epifani: «Non si può ridurre sino a toglierlo il finanziamento pubblico ai partiti né lasciare senza tetto il finanziamento privato»

18.36. Epifani: «Non accettiamo le minacce a Ivan Sclafarotto né a Kyenge»

18.35. Epifani: «Voglio ringraziare Ivan Scalfarotto che ci ha consentito di approvare il testo sulla legge contro l’omofobia, anche se abbiamo dovuto fare un compromesso».

18.34. Epifani: «Letta non accetterà di farsi logorare».

18.33. Epifani: «Noi siamo disponibili a rivedere lo stesso film visto con il governo Monti: il centrodestra rema contro il governo e il centrosinistra che si assume tutte le responsabilità».

18.32. Epifani: «La gente chiede che il governo vada avanti»

18.31. Epifani: «Non possiamo accettare il logoramento del governo»

18.30. Epifani: «Caduta del governo? Non conviene al centrodestra»

18.25. Epifani: «Se noi allentiamo il patto di stabilità dei comuni, potremmo ottenere molti buoni risultati. E con poco».

18.24. Epifani: «Governo, non alzare l’Iva».

18.23. Epifani: «Fortemente sbagliato togliere l’Imu e alzare l’Iva»

18.21. Epifani: «Il Pd non è il partito delle tasse, ma quello del fisco giusto».

18.19. == Primarie, pare che l’8 dicembre non vada bene ai renziani.

18.18. Epifani: «Il governo ha dei problemi su Imu e Iva»

18.17. Epifani: «Il governo ha invertito la rotta sulla precarietà».

18.16. Epifani: «Importante ciò che il governo Letta ha fatto sulla scuola: dopo anni di tagli e tagli, ha stanziato una prima quantità di risorse»

18.14. Epifani parla di questioni internazionali: prima la Siria, ora l’Iran, dicendo che la diplomazia può avere successo nella risoluzione dei conflitti.

18.12. Renzi arriva all’assemblea in taxi.

18.11. Epifani: «Il governo Letta ha fatto la scelta giusta quando ha deciso la strada della diplomazia e non quella dell’intervento armato in Siria».

18.10. Epifani: «Il governo ed Enrico Letta stanno facendo uno sforzo grande».

18.09. Epifani: «Siamo stanchi, esasperati, dell’uso di una vicenda personale anziché dei problemi del paese».

18.07. Epifani: «Abbiamo sempre avuto rispetto del centrodestra, nel videomessaggio di Berlusconi questo rispetto non c’era: c’era l’invettiva».

18.06. Epifani: «Si può criticare un sentenza ma le sentenze si rispettano».

18.05. == decisa data delle primarie, 8 dicembre.

18.04. Epifani: «Il centrodestra vuole un governo di parte. La sua».

18.03. Epifani: «Assurda la posizione di Brunetta sull’Iva»

18.02. Il discorso di Epifani comincia ricordando i dati drammatici dell’economia.

17.58. Epifani prende la parola.

17.56. Inizia. Suona l’inno d’Italia.

17.55. Con un’ora di ritardo sta per cominciare l’assemblea.

17.53. Dura polemica tra Bersani e Fassino davanti ai fotografi.

17.40. == Epifani annuncerà la data delle primarie domani.

17.39. Si ragiona sulla data dell’8 dicembre come data delle primarie.

17.38. Nell’attesa che cominci l’assemblea, all’auditorium passa We are young dei Fun, la canzone inno di Matteo Renzi.

17.35. Pierluigi Bersani, arrivando all’assemblea: «Renzi premier? Oggi parliamo del segretario del partito, quando sarà il momento difare il candidato premier abbiamo le primarie ed è ovvio che la gente si rivolgerà a chi è in grado di vincere meglio».

17.34. Marco Damilano (L’Espresso) a Sky Tg24: «Ancora troppi pochi delegati, per questo l’assemblea non comincia».

17.22. «Sono ottimista che si troverà un accordo» sulle regole del congresso, ha detto Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria del partito.

17.20. «Il congresso il 15 dicembre? Meglio prima». Così ha commentato Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria, con chi gli chiedeva se è stato trovato un accordo sulla data.

17.19.  Secondo il renziano Angelo Rughetti, Epifani potrebbe proporre il 15 dicembre come data del congresso.

17.10. «Complici dei vescovi». Fuori dall’Auditorium della conciliazione in corso una contestazione di una decina di persone dell’associazione gay Equality. diretta soprattutto contro Ivan Scalfarotto, accusato di aver accettato un compromesso troppo al ribasso sulla legge anti omofobia. «L’emendamento Gitti svuota la legge Mancino ed è un’offesa agli omosessuali di questo paese: ancora una volta per un problema interno al Pd, cioè concedere ai cattolici il salva vescovi, è stato trovato un compromesso al ribasso», ha detto Aurelio Mancuso presidente dell’associazione.

17.04. Mentre si sta ancora lavorando per raggiungere un’intesa sul percorso congressuale, a quanto si apprende, il segretario Guglielmo Epifani sarebbe intenzionato a sbloccare l’impasse proponendo nel suo intervento che aprirà l’assemblea del Pd a Roma una data per le assise dem (fonte Adnkronos).

16.57. A pochi minuti dall’inizio dell’assemblea nazionale pare che non ci sia ancora alcun accordo sulla data delle primarie.

TAG: