Interni STAMPA

L’ex-Cinquestelle De Pin: «Sì alla fiducia. Altri non lo fanno per paura»

La senatrice Paola De Pin, transfuga del M5S, dice sì al governo Letta e denuncia di aver ricevuto minacce durante la sua permanenza nel Movimento
L'ex-Cinquestelle De Pin: «Sì alla fiducia. Altri non lo fanno per paura»

Mentre Silvio Berlusconi annuncia il voto favorevole alla fiducia al governo Letta in sala Garibaldi al senato esplode una fragorosa risata generale. I Cinquestelle presenti si lasciano sfuggire un commento acido: «Ora la De Pin voterà la fiducia con Berlusconi». Lei, senatrice transfuga, ha annunciato che voterà con gli altri quattro transfughi del Movimento per il sì e ora si trova nella situazione poco invidiabile di seguire il cavaliere nel sostegno all’esecutivo guidato da Letta.

E dire che aveva iniziato la giornata togliendosi un peso dalla coscienza. «Pur mantenendo le mie riserve sull’attuale governo mi vedo costretta a dare la fiducia. Andare per la quarta volta al voto con l’attuale sistema sarebbe una irresponsabilità senza precedenti» aveva detto in aula durante le dichiarazioni di voto. Intanto dai banchi dei suoi ex colleghi erano cominciati a piovere insulti ma lei, tremante, è andata fino in fondo. «Più che salire sui tetti e insultare non hanno saputo fare». I suoi ex compagni di viaggio schiumano di rabbia e lei vibra il fendente al capo, ai vertici: «Con la scusa della fedeltà a un pezzo di carta hanno tradito gli elettori che chiedevano un cambiamento». Alla fine del suo intervento c’era stato un parapiglia scatenato dal collega Castaldi che aveva lasciato il posto per urlarle contro il suo sdegno: «Non esci di qui – le ha gridato – ti devi dimettere». Lei esplode a piangere.

Ero concentratissima. Avevo in mente questo discorso da tanto tempo. Ho visto solo alla fine Castaldi che si avvicinava per urlarmi: «Vattene a casa».

Qualcuno ha parlato di minacce di morte.

No, nessuna minaccia di morte in aula. non ho neanche visto i miei colleghi. Io ho visto solo lui.

Vecchie ruggini?

Mai avuto problemi con lui in passato.

Eppure, senatrice, lei di problemi in passato ne ha avuti con la sua base.

È vero. Non ne ho mai parlato e oggi ho “sbroccato”.

Perché non l’ha mai fatto?

Per paura. Come succede a molti nel Movimento.

Vuole parlarne ora?

Ho ricevuto email di insulti, telefonate. Io non sono un politico navigato. Temo anche per la mia famiglia.

Email anonime?

No no, anzi, si firmano.

Da parte di chi?

Arrivano dai ragazzi del meet up. Mi scrivono: «Verremo sotto casa» .

Da quando ha lasciato il gruppo?

No, da prima.

E non ha mai pensato di denunciare la cosa?

No. Per ora ho solo querelato Borrelli (di questo si era già parlato nei mesi scorsi ndr), un ex consigliere di Treviso del M5s. Ma non so come andrà a finire perché non ho registrato le telefonate. Mi diceva di allinearmi o mi avrebbe preso a calci.

E ora che farà?

Ora appoggerò il governo.

Pensa che altri del M5S lo faranno in futuro?

No, hanno troppa paura.

@unodelosBuendia

TAG:
  • Davide Cerlini

    D’amore e d’accordo.
    Vota Waldo!

  • giorgio

    gli insulti se li merita tutti, le minacce no, ma io credo che menta come ha mentito durante la campagna elettorale sostenendo un programma chiarissimo per poi fregarsene un secondo dopo, adesso cara de pin si goda il governo con letta e berlusconi e il suo lauto stipendio elargito da noi cittadini

  • A.U.

    Solidarietà alla senatrice De Pin.

  • diego

    Salite sui tetti, lì è il vostro posto… grillini-democratici dei miei stivali.
    Solidarietà alla senatrice De Pin!

  • Pingback: M5S, minacce di morte di Castaldi alla De Pin. Ma anche no - PRESSappoco - Il Fatto Quotidiano

  • Pingback: M5S, minacce di morte di Castaldi alla De Pin. Ma anche no | Notizie italiane in tempo reale!

  • Valentino Vilfredo Monfreda

    Beppes Grillos de Torquemada ha fatto impalare la De Pin.

  • Pingback: De Pin – Storie di uno scontro che non c’è mai stato | Giovinazzo 5 Stelle

  • Pingback: De Pin: “Nessuna minaccia di morte ricevuta”. Repubblica & friends non sono d’accordo

  • Mare Nero

    Una che si fa eleggere nel m5s urlando sui palchi tutti a casa e dopo pochi mesi vota la fiducia al Governo Letta con Berlusconi non ha credibilità per me e gli italiani finalmente non accettano più trasformismi e sulla rete fanno sentire il proprio disprezzo. I giornali di sinistra amano i trasformisti e i giochi di palazzo per questo prenderanno una sonora bastonata alle prossime elezioni.

    • Valentino Vilfredo Monfreda

      Grillo prenderà il 51% di calci nel culo.

  • https://www.youtube.com/watch?v=VDP-TvSG4wU Jordi

    Da notare la furbizia:”Ha ricevuto minacce di morte?”
    Dovevano chiederle se aveva ricevuto minacce e basta!
    Minacce che comunque ha ricevuto ,con buona pace del sen Castaldi!
    Basta controllare lo stenografico della seduta,le ha sentite pure un senatore del PD(Lo Moro).

  • paolo.ottoboni

    Grillini stupidi e violenti. Sanno solo abbaiare alla luna.