Interni STAMPA

Gli ex di Sel fondano Led, “Libertà e diritti”, e si avvicinano al Pse

Il nuovo movimento presentato da Gennaro Migliore, Claudio Fava e Titti Di Salvo. Prevista una «collaborazione stretta e un confronto serrato» con il Pd
Gli ex di Sel fondano Led, "Libertà e diritti", e si avvicinano al Pse

Non vogliono fondare un nuovo partito. Iniziano, però, con una associazione, in attesa di dar vita anche a un gruppo parlamentare autonomo. Così Titti Di Salvo, Gennaro Migliore e Claudio Fava hanno presentato questa mattina “Libertà e diritti – Socialisti europei”, il contenitore che ospiterà i fuoriusciti di Sel in parlamento e non solo.

La loro speranza è che Led possa servire da stimolo per la creazione di un «campo unitario» della sinistra di governo, guardando naturalmente al Pd. Con il quale, nel frattempo, si ritrovano — seppure virtualmente — nel Pse, che considerano il loro punto di riferimento europeo, sganciandosi definitivamente dal Gue, che ospita la Lista Tsipras.

Spiega Migliore: «Noi abbiamo in testa una cosa molto semplice, ridare alla sinistra una unità di azione e anche di organizzazione. Lavoriamo per questo, vogliamo costruire una grande unità nell’ambito del socialismo europeo. Siamo impegnati in Italia nel sostenere le ragioni di una sinistra che si confronta col governo e non innalza la bandiera del pregiudizio. Il motivo della scelta è evidente: in Sel questo spazio non era più sufficiente». L’ex capogruppo vendoliano ribadisce che Led «non sarà un nuovo partito: è un luogo aperto, speriamo possano arrivare esponenti di altre formazioni, non dichiariamo nessuna incompatibilità”. Da una parte, infatti, c’è l’area dei dissidenti del Pd, dall’altra quella dei dissidenti cinquestelle. In ogni caso, ci tiene a precisare Migliore, «non è solo un’operazione di parlamentari, come qualcuno prova a raccontarla: ci sono sindaci, consiglieri regionali e comunali. I segnali sono incoraggianti».

Il primo banco di prova sarà l’assemblea nazionale già fissata per settembre, quando si concluderà la prima fase della campagna di tesseramento, resa complicata dalla coincidenza con i mesi estivi.

Se Led — come spiega Migliore — nasce «per unire, non per frammentare ancora», è inevitabile fare i conti con il Pd, che viene riconosciuto come «il partito principale del centrosinistra, ha rappresentato una
speranza contro i populismi, è interlocutore necessario, obbligato e fondamentale: avremo una collaborazione stretta e anche un confronto serrato». Nella speranza, conclude Fava, che «il Pd raccolga la proposta di un luogo di rappresentanza, di confronto culturale e scelga di cambiare il quadro esistente».

TAG:
  • Gorgone

    toglietevi la vita che è meglio per tutti!

  • delizia

    caro migliore… cosa vuol costruire.. lei , fava.. che figuraggia avete fatto.. gli scilipoti e i razzi della sinistra.. siete seduti in parlamento nel centro…. non a sinistra, quindi abbia la compiazienza di scrivere sinistra di governo… nel centro del parlamento , non potete mai parlar di diritti.. di cultura.. di sinistra ecologia e liberta’.. dopo un congresso , che voi avete accettato, dopo un assemblea, avete organizzato una fuga a tradimento…ogni giorno uno andava via.. come se nel sel ci fosse stata una grande spaccatura.. TUTTI SIAMO UTILI NESSUNO INDISPENSABILE.. ADESSO DOVRA’ BARATTARE I SUOI IDEALI , CHE DENTRO UN LISTINO BLOCCATO L’HANNO PORTATO IN PARLAMENTO , GRAZIE A SEL… benvenuti tra gli scilipotiani …

  • Andrea

    LED: quando si dice che la Sinistra è al lumicino…