Interni STAMPA

Nella minoranza Pd prevalgono i “quarantenni”: Speranza leader e ingresso in segreteria

Nonostante gli attacchi di Bersani a Renzi, Area riformista non cambia linea. Zoggia: «C'è una nuova generazione che può guidare quest'area e tutto il partito»
Nella minoranza Pd prevalgono i "quarantenni": Speranza leader e ingresso in segreteria

Il dado è tratto. Area riformista, la minoranza che riunisce bersaniani, dalemiani e una parte di lettiani, entrerà nella segreteria del Pd. I nomi che propongono sono quelli già circolati in questi giorni: Enzo Amendola per gli esteri, Andrea Giorgis per le riforme (ma con un probabile downgrading a una delega più “leggera”) e Micaela Campana, per la quale si chiede un coinvolgimento nell’organizzazione del partito. La richiesta rivolta a Renzi, però, è che non si parli di segreteria “unitaria”, bensì “plurale”. Per fare un passo in più – specificano – bisogna prima sciogliere il nodo della forma partito, per la quale si chiede una discussione approfondita, magari all’interno di un’assemblea nazionale appositamente convocata in autunno.

«Non vogliamo chiamarci fuori dalle importanti sfide che il Pd e il governo si troveranno ad affrontare – spiega Davide Zoggia – ma chiediamo che le posizioni diverse che ci sono tra di noi non siano tacciate come quelle di “gufi”».

I recenti interventi di Pier Luigi Bersani, a partire da quello alla Festa nazionale dell’Unità, e le sferzate di Massimo D’Alema, anche in questo caso con l’esempio della kermesse bolognese, non hanno quindi cambiato la linea decisa dalla minoranza, rendendo solo i toni un po’ più fermi. La novità, semmai, è proprio questa e Zoggia la spiega senza mezzi termini: «Pier Luigi ha dimostrato di essere un uomo generoso. Ma la leadership della nostra area ormai è saldamente nelle mani di Roberto Speranza, che sta dimostrando tutte le proprie capacità, anche ricoprendo un ruolo delicato come quello di presidente dei deputati. La generazione di Bersani e D’Alema ha avuto il merito di aver messo in campo figure che possono assumere oggi la leadership di quest’area e, in prospettiva, del partito».

Se qualcuno voleva fermare la ruota, i quarantenni di Area riformista spingono perché giri al più presto. Almeno su questo, con Renzi c’è assoluta sintonia.

TAG:
  • giuseppe notarnicola

    E’ la risposta alla domanda che ho fatto senza esito a #Renzi ieri mattina via @twitter