Interni STAMPA

Grillo fuori controllo: «Colpo di stato di Napolitano contro di noi. E il Pd è referente di Carminati»

Il leader di Cinquestelle convoca una conferenza stampa con i giornalisti esteri e spara a zero sul capo dello stato, sul governo e sul Partito democratico. Guerini: «Intollerabili» gli attacchi al presidente
Grillo fuori controllo: «Colpo di stato di Napolitano contro di noi. E il Pd è referente di Carminati»

«Stiamo dentro una struttura dei partiti dove ci hanno messo in un angolo, si sono alleati grazie al presidente della repubblica. Dovevamo governare noi che avevamo preso il 25%, perché non ci hanno dato l’incarico?». Un Beppe Grillo tornato rabbioso e aggressivo come ai vecchi tempi ha tenuto una conferenza stampa alla stampa estera. Prima dell’inizio dell’appuntamento con i giornalisti le parole più dure le ha riservate al capo dello Stato: «Napolitano non si dovrebbe dimettere ma si dovrebbe costituire».

«Noi non abbiamo sfasciato il paese e chi l’ha sfasciato propone le soluzioni? Ma non ce l’ha. Ce le abbiamo noi le soluzioni perché siamo cittadini come voi. Noi abbiamo il diritto a ricostruire le macerie del paese».

La situazione economica non migliora, spiega il leader di Cinquestelle, che accusa tutti: «Il problema è che il nostro debito non è nostro ma delle banche: nel 2011 800 miliardi erano delle banche francesi e tedesche che poi hanno dato mandato al curatore fallimentare che era Monti, poi Letta e poi è passato
a questo cartone animato». Il governo italiano «è come Willy il coyote… Fermo lì sul precipizio e non guarda in basso. Ma noi diciamo, attenzione che se guardate giù vedete che sotto c’è il burrone…».

Poi spara a zero sul Pd a proposito di Mafia Capitale e utilizza l’argomento per giustificare i mancati accordi: «Se avessimo fatto un’alleanza con il Pd oggi saremmo soci di questi qui, staremmo dentro questa roba qua e non potremmo dire ‘noi non ci entriamo niente. Voglio leggervi una frase, è una intercettazione, Buzzi parlando con Carminati dice: ‘il problema è che non ci stiamo più noi. Grillo è riuscito a distruggere il Pd’. Vuol dire che il referente loro a Roma e altrove è un partito che si chiama Partito Democratico».

Annuncia un tour all’estero – «Sono una persona curiosa, presto sarò nei vostri paesi con un mio tour» e si dice sicuro del futuro: «Non ho dubbi che andremo a governare noi, stiamo aspettando il cadavere».

«Una volta Grillo faceva il comico, ora mette solo tristezza – ha commentato il vicesegretario dem Lorenzo Guerini – Non sappiamo se definire le sue dichiarazioni odierne patetiche o inquietanti. Preoccupa che siano state pronunciate davanti alla stampa estera, dando un’immagine degradata e fuorviante del dibattito pubblico nel nostro paese. Un’immagine che gli italiani non meritano. Il presidente Napolitano ha garantito, in anni segnati da una profonda difficoltà della politica e dalla più grave crisi economica mondiale dal 1929, una guida sicura all`Italia, grazie al suo magistero fatto di saggezza e concretezza. I reiterati attacchi del guitto genovese alla sua figura sono intollerabili». «Quando il comico aveva detto di essere un po’ “stanchino” – conclude Guerini – un
sospiro di sollievo si era avvertito lungo la penisola. Purtroppo era solo l’ennesima bugia».

TAG:
  • Kimor Rossi

    Grillo,buono a nulla , ormai fa ridere solo i polli.

  • tocqueville

    Nominato da “TIME” Asshole of the year!!! Che altro dire? (Traducete)

  • Paolo Sestu

    Vedendo le ruberie dei partiti italiani Grillo è l’ultima speranza.

  • ex elettore

    Dopo la SUA espulsione dal m5s. Torna con forza in T.V.con nuovo repertorio di barzellette, Farà il comico EUROPEO.

  • 6aleph

    ma oggi il vate, ha già vomitato, o no ? o forse aspetta ‘democraticamente’, ‘modernamente’, il responso della SUA rete?

  • Ugo Aponte

    Ma con quale immunità questo guitto si permette certe licenze ?