Esteri STAMPA

Grecia, seconda fumata nera per l’elezione del presidente

Il candidato del governo, Stavros Dimas non è riuscito a raggiungere il quorum di 200 voti richiesto per diventare capo dello stato. Un terzo tentativo verrà fatto il 29 dicembre, se dovesse fallire il paese andrebbe a elezioni anticipate
Grecia, seconda fumata nera per l'elezione del presidente

I parlamentari greci non sono riusciti, nella seconda tornata di voto, a eleggere il presidente. Il candidato del governo, Stavros Dimas non è riuscito a raggiungere il quorum di 200 voti richiesto per diventare capo dello stato.

Un terzo tentativo verrà fatto il 29 dicembre. Se dovesse fallire anche in quel caso, il paese andrebbe a elezioni anticipate.

Dimas ha ottenuto 168 voti, 12 in meno del quorum necessario. Ci sono state 131 schede bianche, che per il regolamento parlamentare ellenico valgono come voti contrari, ed un astenuto.

Il premier Samaras aveva proposto un compromesso proposto dal premier conservatore per scongiurare lo scioglimento del parlamento e le elezioni anticipate già nel prossimo mese di gennaio, è di trovare un accordo per il nuovo presidente e andare a elezioni generali «a fine 2015». Nel frattempo, il governo verrebbe allargato, includendo «persone che credono alle prospettive europee del Paese».

TAG: