Cultura STAMPA

Contrappunti per Natale, due titoli sotto l’albero

La collana de Il Mulino pubblica "Tre favole romane" di Piero Boitani e "Introduzione alla vita saggia" di Gianni Brera (con prefazione di Carlo Verdone) per trovare "il punto medio" tra ansia positiva e ansia negativa
Contrappunti per Natale, due titoli sotto l'albero

Pare facile. Trovare “il punto medio” tra ansia positiva “che pungola e fa percepire i pericoli” e ansia negativa, che “degenera in angoscia”. I suggerimenti nel merito si sprecano, riempiono le rubriche di rotocalchi e siti web e fanno la fortuna di omeopati, erboristi, insegnanti di yoga, arti marziali, meditazioni più o meno trascendentali attinte alle filosofie di tutte le latitudini. Da oriente a occidente siamo tutti stressati, tutti in ansia, tutti divorati dall’angoscia del domani. E qualcuno ci è, qualcuno ci fa, qualcuno ci marcia.

Chi volesse due dritte senza troppo mettersi in gioco può però optare per la lettura di un libretto di una settantina di pagine che si legge in un pomeriggio e fa parte dell’agile collana Contrappunti edita da il Mulino. Introduzione alla vita saggia raccoglie i consigli di Gianni Brera, scrittore e giornalista sportivo che mentre si addentra in una dissertazione sulla natura antropologica di quella che comunemente chiamiamo ansia (“sto in ansia dunque sono”) ammette che non disdegna mezza compressa all’occorrenza: mezza.

Qualcosa che fa dire a quel conclamato ipocondriaco di Carlo Verdone che ne firma la prefazione che “ci troviamo quasi in zona placebo”.

Della stessa collana è una piccola raccolta altrettanto godibile, sebbene rivolta a un target più mirato, da mettere sotto l’albero degli amanti di favole e di Roma dei tempi che furono. Tre favole romane, di Piero Boitani, comprende tre invenzioni ambientate in tre epoche cruciali: la Roma di Augusto, quella del cristianesimo ormai attecchito visto da un senatore che si interroga sul tramonto degli oracoli, e infine quella della discesa barbarica. Dell’introduzione a cura dello stesso autore invece riportiamo una frase, una sola, avvertendo che il volume è stato dato alle stampe il 23 ottobre 2014: “Roma è caduta diverse volte, in particolare nel 410, nel 1527 e nel 1944, ma il Colosseo è ancora in piedi, e perciò possiamo sperare che il mondo sopravviva ancora per un po’ nonostante ciò che hanno combinato negli ultimi anni i finanzieri bacati, i banchieri impazziti, i governi austeri e tirchi e quelli scapestrati e prodighi”. Buon Natale.

TAG:
  • marina

    Mi piace molto Brera…grazie per la segnalazione.